CARICAMENTO

Seguimi

Le 5 pubblicità di Natale più belle di sempre
26 Dicembre 2023|Marketing BasicMarketing TrendWeb Marketing

Le 5 pubblicità di Natale più belle di sempre

Le 5 pubblicità di Natale più belle di sempre

Benvenuti nel blog di Think1816!
Tra decorazioni natalizie, luci e alberi di Natale, in questi giorni si respira la classica atmosfera delle feste. Anche le pubblicità contribuiscono ad arricchire questo clima natalizio: per dimostrarlo, abbiamo selezionato 5 pubblicità di Natale molto famose!

Il jingle natalizio di Coca Cola

Una delle pubblicità di Natale più iconiche è quella lanciata da Coca Cola negli anni Ottanta (GUARDA QUI). Il suo punto di forza era sicuramente il jingle, diventato nel 1983 un vero e proprio tormenone: a cantarlo era un gruppo di ragazzi e ragazze che, muniti di candela, formavano un grande albero di Natale.
La melodia accattivante, il messaggio di pace e la dolcezza del video hanno reso questa pubblicità uno degli spot natalizi più riusciti di sempre.

Il trionfo del Pandoro Bauli con “Ba ba ba”

Anche questo spot di Bauli risale agli anni Ottanta ed è stato fondamentale per promuovere il pandoro in quel periodo (GUARDA QUI). All’epoca la canzone del signore al pianoforte e dei bambini intorno, una scena semplice e gioiosa al tempo stesso, veniva canticchiata spesso! Inoltre l’iconica confezione del pandoro Bauli, che di solito in mani ai bambini si trasforma in un elmo rudimentale, veniva già utilizzata al di là della sua funzione di scatola: come tamburo per accompagnare il pianoforte.

“Troooppo buona!”: la pubblicità di Natale dei Baci Perugina

Entriamo ora negli anni Novanta con uno spot di Baci Perugina che sicuramente molti di voi ricorderanno (GUARDA QUI): protagonista della pubblicità era una bambina che decideva quanti cioccolatini donare ai membri della sua famiglia, valutandoli secondo il loro “livello di bontà”. Ovviamente alla fine la persona più buona di tutte era proprio lei!

For gifts you can’t wait to give: la pubblicità di Natale di John Lewis

Facciamo un salto in avanti nel tempo per arrivare al 2011, quando la catena di grandi magazzini inglese John Lewis lanciò uno spot natalizio che fu diffuso prima online e solo successivamente in tv (GUARDA QUI). Il video, che commosse migliaia di spettatori, offrì un finale sorprendentemente tenero, che ancora oggi lo distingue dalle “solite” pubblicità di Natale.

Ma questo spot divenne virale anche per altri motivi, legati alla canzone scelta: una cover di Slow Moving Millie di “Please, please, let me get what I want” degli Smiths, scritta per criticare i costumi e le ipocrisie della classe borghese inglese. Probabilmente poteva essere fatta una scelta diversa, da parte di una catena di negozi che invita proprio all’acquisto di prodotti. La controversia comunque portò questo spot ad avere ulteriori visualizzazioni e ad essere diffuso ancora di più.

Nessuno rimane solo a Natale: lo spot di EDEKA

La catena di supermercati tedesca EDEKA ha realizzato nel 2015 uno spot natalizio che potrebbe essere ricordato da molti, dato che è stato ampiamente condiviso su tutti i social media (GUARDA QUI). La storia presenta un anziano signore che vive in solitudine, lontano dai suoi affetti più cari. Natale si prospetta un giorno triste per lui, dato che figli e nipoti lo informano con dei messaggi in segreteria che non potranno venire a trovarlo il 25 dicembre.

La situazione raggiunge l’apice proprio la mattina di Natale, quando i familiari vengono avvisati che l’uomo non c’è più. In preda allo sconforto, cercano disperatamente di raggiungere la sua casa per potergli almeno dare l’ultimo saluto. Tuttavia, il colpo di scena avviene nel momento in cui, una volta arrivati, scoprono che la casa non ospita un funerale, ma una tavola natalizia accuratamente apparecchiata.
Tra la perplessità dei familiari, il protagonista dello spot fa il suo ingresso, ancora vivo e vegeto, chiedendo con un sorriso: “In che altro modo avrei potuto portarvi tutti qui da me?”

La pubblicità di Natale di Edeka è sì uno spot pubblicitario, ma anche una storia capace di commuovere: questo è il suo punto di forza.

Quante di queste pubblicità ricordavi? Secondo te funzionerebbero ancora oggi?
Resta al passo coi tempi con Think1816: contattaci e creiamo insieme il prossimo “cult” pubblicitario!

Nessun commento
4 vantaggi di una strategia di video marketing
12 Dicembre 2023|Marketing BasicMarketing TrendWeb Marketing

4 vantaggi di una strategia di video marketing

4 vantaggi di una strategia di video marketing

Benvenuti nel blog di pLAYmARKETING!
L’articolo di oggi interesserà soprattutto a coloro che hanno già sentito parlare di video marketing ma vorrebbero capirne un po’ di più, soprattutto sui vantaggi che porta ad una strategia di comunicazione che vuole essere al passo coi tempi.

Cos’è una strategia di video marketing?

Come suggerisce il nome, una strategia di video marketing è un piano di comunicazione che sfrutta il potere mediatico dei video per raggiungere gli obiettivi di marketing di un’azienda. Una strategia di video marketing ben studiata non sfrutta solo i canali tradizionali, come la televisione, ma anche i più moderni: Youtube, social media e altre piattaforme online. Questa integrazione garantisce il raggiungimento di una più larga fetta di pubblico.

Perché è importante avere una strategia di video marketing?

Questi sono solo quattro tra i motivi principali per studiare una strategia di video marketing efficace:

  1. Se un’immagine vale più di mille parole, un video è ancora più coinvolgente!
    Il cervello umano è programmato per elaborare gli input visiti 60.000 volte più in fretta di un testo. È fisiologico, quindi, che i video siano in grado di catturare maggiormente l’attenzione del pubblico, il quale tende a distrarsi di meno durante la visione.
  2. I video raccontano la storia di un prodotto o di un’azienda in modo coinvolgente. Una narrazione video aiuta un brand a connettersi più facilmente con le persone.
  3. I video sono ottimi strumenti per generare lead: non solo istruiscono il pubblico sul prodotto pubblicizzato, ma spingono le persone a contattare il brand per avere più informazioni sul bene/servizio.
  4. Scontato ma non banale, una strategia di video marketing è fondamentale per aumentare le vendite di un prodotto. Avere la possibilità di vedere l’articolo in funzione spinge il target di riferimento ad acquistarlo.

Scopri come il video marketing può aiutare la tua azienda e inizia ora ad impostare la tua strategia!

Nessun commento
Come sfruttare al meglio la tua strategia video
28 Novembre 2023|Marketing BasicMarketing TrendWeb Marketing

Come sfruttare al meglio la tua strategia video

Come sfruttare al meglio la tua strategia video

Eccoci sul blog di pLAYmARKETING con un nuovo appuntamento, in cui consiglieremo come migliorare la propria strategia video sfruttando non solo la TV tradizionale, ma anche piattaforme digitali come Youtube. Spunto del contenuto di oggi è un articolo di Think with Google.

Perché è importante studiare una strategia video fuori dalla TV?

I servizi di streaming erano già in ascesa, ma la recente pandemia ha accelerato questa evoluzione. Ormai è chiaro: gli utenti trascorrono sempre più tempo a guardare video digitali, mentre la televisione sta diventando un medium di secondo piano.

Anche le abitudini degli italiani sono cambiate radicalmente: addirittura, in Italia il consumo di video tramite streaming corrisponde al 50%, un dato impossibile da ignorare. Per questo motivo Youtube e le altre piattaforme non possono più avere un ruolo solamente marginale: è necessario studiare strategie video complementari tra digital e televisione.

La strategia video performa meglio se è integrata

È impensabile studiare una campagna di marketing video sfruttando solamente la televisione: questo mezzo perde sempre più influenza, non solamente tra i più giovani ma anche tra le generazioni più mature. Per raggiungere una copertura soddisfacente, è necessario pensare ad una strategia che integri televisione e video digitale.

Quando si vuole raggiungere il maggior numero possibile di persone, è impossibile ignorare Youtube: questa piattaforma raggiunge 36 milioni di utenti in Italia ogni mese. Consapevoli del fatto che il proprio pubblico è sempre più connesso, i brand non investono solamente nella TV ma creano video pensati appositamente per Youtube, sfruttando strumenti come bumper e TrueView for reach.

Copertura più alta, costi più bassi

Un altro aspetto molto positivo di una strategia basata sui video digitali è il costo ridotto dell’investimento rispetto a quello per una pubblicità in TV. Costo ridotto che corrisponde ad un pubblico più in linea con il proprio prodotto/servizio, senza sprechi di denaro!

Attraverso il machine learning, Youtube permette di ottenere una reach più ampia al minor costo possibile: impensabile, per la televisione. Gli inserzionisti hanno il potere di posizionare i propri annunci sui canali più visti di Youtube Italia, con la sicurezza di raggiungere utenti interessati.

Un pubblico sempre più ampio, a cominciare dall’età

Per anni si è detto che Youtube e simili sono fruiti quasi solo da giovani e giovanissimi, mentre invece la televisione è ancora molto importante per i più “maturi”. Questo discorso però ha sempre meno senso: le campagne digital lanciate negli ultimi anni dalle aziende dimostrano che i comportamenti delle persone fuori dalla televisione stanno cambiando e gli utenti si spostano sempre di più verso il digitale. Insomma, anche il pubblico più maturo non è più così affezionato esclusivamente alla televisione.

Per concludere, è fondamentale che una strategia video sfrutti al meglio sia la TV che il digitale e Youtube, in modo da raggiungere un pubblico appassionato.

Sei consapevole dei vantaggi di una strategia video integrata? Contattaci per affidarti al nostro team di professionisti!

Nessun commento
Nuova funzione multilingua di YouTube
13 Aprile 2023|Marketing BasicMarketing TrendWeb Marketing

Nuova funzione multilingua di YouTube

Nuova funzione multilingua di YouTube

Eccoci con un nuovo appuntamento del blog di pLAYmARKETING.
Oggi torniamo a parlare di video e in particolare di YouTube. La piattaforma ha lanciato una nuova funzione per tutti i creators che potrebbe sancire l’inizio di una nuova rivoluzione nel campo del video marketing. Scopriamola insieme con il supporto di testo pubblicato su fastweb.it

Youtube e la funzione multilingua per tracce audio

I video sono il formato del momento e YouTube, la piattaforma video per eccellenza, non può che adeguarsi ai bisogni degli utenti con sempre nuove funzionalità. Abbiamo già parlato di recente di YouTube Short, la sezione dei video verticali di YouTube, e delle nuove modalità di monetizzazione dei creators. Oggi parliamo della nuova funzionalità multilingua per tracce audio, una vera rivoluzione.
L’importanza dei sottotitoli nei video è ormai riconosciuta e accettata da tutti in tutto il mondo. YouTube si è mossa in questa direzione per dare la possibilità di inserire in modo automatico i sottotitoli in più lingue. Durante la fase di test, i creators coinvolti hanno affermato di aver ottenuto circa il 15% di visualizzazioni provenienti da video doppiati in lingue diverse dalla loro. Questo rappresenta un grande potenziale per tutte le aziende e i creators.

Come accedere alla funzione multilingua?

La funzione multilingua è davvero semplice e intuita. Basta accedere a YouTube, selezionare il video e andare sulle impostazioni. Qui, tra le opzioni di qualità riproduzione video, è presente la funzione multilingua. È possibile inserire tracce audio separate all’interno dell’editor durante la fase di caricamento, ma anche di aggiungere tracce audio a video già caricati in precedenza. Non possiamo negarlo, questo è nuovo passo in avanti verso una piattaforma sempre più globale. Sarà l’inizio di una nuova rivoluzione?

Facci sapere la tua opinione. Contattaci!

Nessun commento
YouTube Short
9 Marzo 2023|Marketing BasicMarketing TrendMarketing Video

YouTube Short

YouTube Short

Eccoci ad un nuovo appuntamento del blog di pLAYmARKETING.
Oggi continuiamo a parlare di video ed in particolare vedremo il nuovo strumento di promozione video di YouTube: YouTube Shorts.
A supporto un articolo interessante pubblicato su nuvoluzione.com

Youtube shorts, il nuovo strumento di promozione video.

Il 2021 è stato l’anno dei video: l’88% dei contenuti che hanno ottenuto migliori performance in termini di interazione sono stati proprio i video. E non c’è dubbio che brand e aziende dovranno adeguarsi al format per raggiungere i propri obiettivi.
Tra tutti i video emergono quelli brevi: richiamano velocemente l’attenzione e non richiedono un impegno eccessivo per essere visualizzati fino alla fine. Questa tendenza inarrestabile nasce sulle piattaforme social, ma anche YouTube non ha potuto farne a meno proponendo un nuovo format: gli shorts video.

Cosa sono gli shorts video?
Sono video brevi in formato verticale con una durata che va dai 15 ai 60 secondi.
Questi video possono essere visti sia da mobile sia da computer, ma possono essere caricati esclusivamente dall’app YouTube del proprio smartphone.

I vantaggi per le aziende

Se sui social siamo ormai completamenti invasi da video short, su YouTube c’è ancora spazio dando maggior possibilità di visualizzazione ad un brand. Insomma, maggior visibilità con uno sforzo più contenuto.
Non solo, maggior visibilità significa anche maggior coinvolgimento degli utenti e potrebbe tradursi in un acquisto più rapido e veloce. Come novità, questi video sono posizionati in primo piano nella home page e ovviamente questa posizione cattura prima l’attenzione e la curiosità degli utenti.
Un altro vantaggio riguarda la fidelizzazione dei clienti del futuro: i giovani. Con video corti, divertenti e in linea con i gusti dei più giovani è possibile creare campagne di marketing rivolte proprio a loro, i potenziali clienti e acquirenti del prossimo futuro, con l’obiettivo di aumentare la propria brand awareness.

Come creare gli shorts

È possibile creare ed editare i video shorts direttamente dall’app YouTube. Puoi caricare i tuo spezzoni oppure girarli direttamente dal tuo smartphone, puoi decidere la sequenza, gli effetti da usare e quale musica di sottofondo utilizzare. Puoi anche inserire testi e CTA direttamente sul video dall’app stessa. Infine, non ti resta che pubblicare il tuo YouTube Short.
Infine, ricordati che per avere successo è importante mantenere una pubblicazione costante nel tempo con contenuti di alta qualità e di valore per il tuo target.

Se stai pensando di includere YouTube Shorts nella tua strategia di video content marketing, contattaci. Il nostro team sarà lieto di darti tutti i consigli di cui hai bisogno.

Nessun commento
5 / 575
1 2 3