CARICAMENTO

Seguimi

La pubblicità su Facebook: cosa c’è da sapere
25 Giugno 2024|Web Marketing

La pubblicità su Facebook: cosa c’è da sapere

La pubblicità su Facebook: cosa c’è da sapere

Ciao, ti diamo il benvenuto su playmarketing! Oggi parleremo di uno strumento molto importante per chi utilizza i Social (nella fattispecie FB) nel proprio lavoro: Facebook Ads. Cos’è? E cos’è bene considerare per farne un uso produttivo? Scopriamolo!

 

Cosa si intende per Facebook Ads?

Per chi fa business e marketing online, è quasi scontato dire che Facebook non rappresenti soltanto un canale di svago e di lettura di notizie. Per molte aziende, FB (il Social media più popolare del mondo) rappresenta un potentissimo strumento per pubblicizzare prodotti e servizi. In questo senso, risulta di straordinaria importanza un’opportunità che FB mette a disposizione dei propri utenti: la cosiddetta “advertising” (pubblicità). Facebook Ads rappresenta lo strumento con cui un’azienda può garantirsi visibilità sul famoso social di Mark Zuckerberg.

 

La pubblicità su FB: quando conviene?

Anche solo per quanto detto precedentemente, appare evidente il peso che le inserzioni possono avere nel marketing online di un’azienda. Tenendo in più conto di un aspetto molto importante: Facebook Ads permette di settorializzare la visibilità dei nostri contenuti. In altre parole, chi paga per garantirsi un’inserzione può decidere anche a chi mostrarla. O meglio, a quale target rivolgersi. 

Per esempio, se fossimo un’azienda che vende articoli sportivi, potremmo decidere di pubblicizzare (e far apparire) le nostre nuove scarpe da calcio a un pubblico maschile dai 20 ai 40 anni. Sia ben chiaro, non l’unico target che ne fa utilizzo (anche molte ragazze e molti over 40 giocano a calcio), ma quello più “denso” percentualmente di persone potenzialmente interessate al nostro prodotto e che potremmo prendere in considerazione per massimizzare un investimento di questo tipo. 

Per estremizzare questo concetto, se dovessimo scegliere di targetizzare un post di vendita di una giacca da neve, potremmo scegliere come zona da raggiungere quella alpina. Il concetto è sempre lo stesso: massima resa potenziale su uno stesso numero di persone raggiunte.

 

Quanto costa fare pubblicità su Facebook?

Viene spontaneo chiedersi quanto costi un’inserzione su Facebook. Ahinoi non esiste una risposta precisa a questa domanda. Esistono tuttavia vari fattori che influenzano la spesa del nostro investimento. Solitamente, chi decide di fare pubblicità su FB per un determinato numero di giorni stanzia una somma a proprio piacimento, commisurata agli obiettivi da raggiungere. Banalmente, più questa sarà alta, maggiore sarà il numero di persone raggiunte. 

Facebook Ads consente di decidere (come accennato in precedenza) il target che vogliamo raggiungere: età, genere e luogo. In questo modo, se si hanno ben chiare le caratteristiche del proprio prodotto e le buyer personas, anche con una spesa ridotta potrebbe essere possibile raggiungere risultati soddisfacenti.

 

Per altre informazioni

Sei interessato a fare inserzioni online e vuoi consigli su come farle? Contatta il team di playmarketing!

Nessun commento
Meta verified a pagamento
20 Aprile 2023|Marketing BasicMarketing TrendWeb Marketing

Meta verified a pagamento

Meta verified a pagamento

Eccoci con un nuovo appuntamento del blog di pLAYmARKETING.
Questa settimana parliamo di Meta e della nuova funzionalità Meta Verified, la famosa spunta blu di Facebook e Instagram, in fase di test.

La spunta blu di Meta sarà a pagamento

La famosissima spunta blu degli account Facebook e Instagram diventerà uno strumento a pagamento e consentirà di ottenere un badge verificato, maggiore visibilità e assistenza prioritaria.
Amata da tutte le aziende e creators, la spunta blu è anche un segno di sicurezza e affidabilità per gli utenti.
Se fino a poco tempo fa chiunque poteva richiederla e ottenerla, a breve diventerà uno strumento a pagamento. Dai test effettuati finora, il costo è di 11,99$ al mese se acquistata da sito web, 14,99$ se acquistata da mobile.

I vantaggi di Meta Verified

– Account verificato con ID governativo
– Badge di verifica
– Protezione contro il furto di account
– Accesso diretto e veloce all’assistenza
– Stickers speciali per stories e reel
– 100 stelle omaggio al mese per la mancia ai creators

La spunta blu a pagamento vuole diventare un simbolo di maggior autenticità e sicurezza per tutti, aziende e utenti delle piattaforme Meta.

I requisiti per ottenere la spunta blu di meta

Nonostante diventerà uno strumento a pagamento, non basta acquistarla per ottenerla. Bisogna rispondere a determinati requisiti:
– Avere 18 anni
– Presentare un doc di identità

Attualmente le aziende non possono ancora acquistare il badge meta verified e per una maggior sicurezza non è possibile cambiare il proprio profilo aggiornando nome, foto e data di nascita senza prima passare dal processo di verifica. Questa nuova feature è in fase di test, ma nel lungo termine Meta ha affermato di voler creare abbonamenti dedicati per tutti, utenti, creators e aziende.

Se vuoi approfondire l’argomento o chiedere informazioni a riguardo, contattaci. Il nostro team di esperti sarà lieto di spiegarti e aiutarti con il nuovo badge Meta verified.

Nessun commento
Social media in Italia
25 Agosto 2022|Marketing BasicWeb Marketing

Social media in Italia

Social media in Italia

Vi siete mai chiesti quanto tempo gli italiani dedichino ai social media? E quale app viene più usata? Qui sotto tutte le risposte con l’aiuto di un articolo di Vincos

Social media in Italia

Chi si occupa di comunicazione non può fare di certo a meno che constatare con dati statistici come si evolvono i social media. Per questo, grazie ai dati raccolti da Audiweb powered by Nielsen possiamo fare un breve riepilogo di ciò che è successo in Italia nell’ultimo anno (dati 2021).

Utenti totali sui social media

Nel 2021 il social media più frequentato dagli italiani è stato Youtube con 35.4 milioni di persone al mese connesse. Subito a seguire trovavamo Facebook (35 milioni) e, a chiudere il podio, Instagram con 35 milioni di utenti. Seguivano poi, in ordine, Pinterest (20.7 mln), Linekedin (18.3 mln), Twitter (11.5 mln), TikTok (9.6 mln), Twitch (4.7 mln).
La media italiana di utenti che navigano online è pari a 44.3 mln di italiani ogni mese con un giorno medio di 37.1 mln di persone attive. Lo smartphone si conferma lo strumento per eccellenza che usano gli italiani per navigare il web. I dati sopra citati coinvolgono un’utenza dai 18 ai 74 anni.

Permanenza online totale sui social media

Ma quanto tempo stiamo realmente connessi? Facebook è il social media dove gli italiani passano più tempo online. La ricerca dice che il tempo connessi è in media al mese di 11 ore e 29 minuti a persona. Segue poi Instagram con 6 ore e 6 minuti, TikTok con 5 ore e 38 minuti, Youtube con 5 ore e 18 minuti, Twitch con 2 ore.

In generale questi dati ci servono a capire meglio quali siano le tendenze e le evoluzioni del traffico di utenti, le loro preferenze. In generale, se approfonditi, questi dati possono darci tante linee guida sulle strategie social da seguire online! Se stai rientrando ora dalle tue ferie e pensi che i social possano essere una strategia giusta per il tuo business, contattaci! Siamo qui per aiutarti.

 

Nessun commento
Meta e la sua strategia nel Metaverso
22 Marzo 2022|Marketing Trend

Meta e la sua strategia nel Metaverso

Meta e la sua strategia nel Metaverso

Nell’articolo odierno di Playmarketing  parliamo di metaverso e del ruolo che Facebook avrà nel suo sviluppo. Poco prima della fine del 2021 Zuckerberg ha annunciato che la sua Facebook Inc. avrebbe cambiato nome: oggi l’azienda si chiama Meta. Coincidenza o provocazione?

Nessun commento
Facebook: cambiare nome ha un problema essenziale
4 Novembre 2021|Marketing Trend

Facebook: cambiare nome ha un problema essenziale

Facebook: cambiare nome ha un problema essenziale

Nel precedente articolo del blog di Playmarketing vi abbiamo descritto come Facebook ha annunciato il suo rebrand (cioè il cambio del nome aziendale), diventando Meta (clicca qui per rileggerlo). Un progetto ambizioso quanto delicato.C’è un problema vitale per la sopravvivenza dell’azienda dietro questa scelta: qual è?

Nessun commento
5 / 578
1 2 3