CARICAMENTO

Seguimi

Come sfruttare al meglio la tua strategia video
28 Novembre 2023|Marketing BasicMarketing TrendWeb Marketing

Come sfruttare al meglio la tua strategia video

Come sfruttare al meglio la tua strategia video

Eccoci sul blog di pLAYmARKETING con un nuovo appuntamento, in cui consiglieremo come migliorare la propria strategia video sfruttando non solo la TV tradizionale, ma anche piattaforme digitali come Youtube. Spunto del contenuto di oggi è un articolo di Think with Google.

Perché è importante studiare una strategia video fuori dalla TV?

I servizi di streaming erano già in ascesa, ma la recente pandemia ha accelerato questa evoluzione. Ormai è chiaro: gli utenti trascorrono sempre più tempo a guardare video digitali, mentre la televisione sta diventando un medium di secondo piano.

Anche le abitudini degli italiani sono cambiate radicalmente: addirittura, in Italia il consumo di video tramite streaming corrisponde al 50%, un dato impossibile da ignorare. Per questo motivo Youtube e le altre piattaforme non possono più avere un ruolo solamente marginale: è necessario studiare strategie video complementari tra digital e televisione.

La strategia video performa meglio se è integrata

È impensabile studiare una campagna di marketing video sfruttando solamente la televisione: questo mezzo perde sempre più influenza, non solamente tra i più giovani ma anche tra le generazioni più mature. Per raggiungere una copertura soddisfacente, è necessario pensare ad una strategia che integri televisione e video digitale.

Quando si vuole raggiungere il maggior numero possibile di persone, è impossibile ignorare Youtube: questa piattaforma raggiunge 36 milioni di utenti in Italia ogni mese. Consapevoli del fatto che il proprio pubblico è sempre più connesso, i brand non investono solamente nella TV ma creano video pensati appositamente per Youtube, sfruttando strumenti come bumper e TrueView for reach.

Copertura più alta, costi più bassi

Un altro aspetto molto positivo di una strategia basata sui video digitali è il costo ridotto dell’investimento rispetto a quello per una pubblicità in TV. Costo ridotto che corrisponde ad un pubblico più in linea con il proprio prodotto/servizio, senza sprechi di denaro!

Attraverso il machine learning, Youtube permette di ottenere una reach più ampia al minor costo possibile: impensabile, per la televisione. Gli inserzionisti hanno il potere di posizionare i propri annunci sui canali più visti di Youtube Italia, con la sicurezza di raggiungere utenti interessati.

Un pubblico sempre più ampio, a cominciare dall’età

Per anni si è detto che Youtube e simili sono fruiti quasi solo da giovani e giovanissimi, mentre invece la televisione è ancora molto importante per i più “maturi”. Questo discorso però ha sempre meno senso: le campagne digital lanciate negli ultimi anni dalle aziende dimostrano che i comportamenti delle persone fuori dalla televisione stanno cambiando e gli utenti si spostano sempre di più verso il digitale. Insomma, anche il pubblico più maturo non è più così affezionato esclusivamente alla televisione.

Per concludere, è fondamentale che una strategia video sfrutti al meglio sia la TV che il digitale e Youtube, in modo da raggiungere un pubblico appassionato.

Sei consapevole dei vantaggi di una strategia video integrata? Contattaci per affidarti al nostro team di professionisti!

Nessun commento
Le 4 campagne video più efficaci d’Italia
20 Ottobre 2022|Marketing BasicMarketing TrendMarketing VideoWeb Marketing

Le 4 campagne video più efficaci d’Italia

Le 4 campagne video più efficaci d’Italia

Eccoci di nuovo sul blog di Playmarketing!
Oggi continuiamo con gli approfondimenti sul video marketing e in particolare andremo ad analizzare 4 campagne pubblicitarie che hanno fatto del video il loro punto di forza.
Non ti racconteremo di nuovo quanto è importante avere un canale YouTube e quali sono i vantaggi che una strategia video può portare al tuo brand, ma con l’aiuto di un testo pubblicato su thinkwithgoogle.com andremo a capire come i grandi brand usano i video per raggiungere importanti obiettivi di business e di marketing.

4 lezioni dalle campagne video più efficaci d’Italia

  1. La forza degli insight

    Quanto è importante conoscere il tuo pubblico target?
    Non è solo importante, è un fattore imprescindibile!
    Se non conosci il tuo pubblico non potrai creare contenuti coinvolgenti.

    Un esempio di successo, che si basa proprio su una profonda conoscenza del proprio pubblico, è la campagna video “E allora fallo te” di Netflix.
    L’azienda, attraverso video ironici e divertenti che mettevano in evidenza critiche e difetti di grandi attori e famose serie tv create proprio da Netflix, ha totalizzato più di 17 mila click e oltre 300 iscrizioni ai corsi promossi.

    Conoscere il proprio pubblico significa anche saperne analizzare i comportamenti di ricerca e, infatti, proprio sulla base delle query di ricerca su YouTube e sul successo di “LOL: Chi ride è fuori”, Prime Video ha realizzato la campagna video “NeverendingShow”.
    Si tratta di una serie di video paralleli al popolare programma di Amazon con contenuti esclusivi. NeverendingShow ha ottenuto in totale più di 12,6 milioni di visualizzazioni, 400 mila interazioni e 44 mila nuovi subscriber al canale YouTube di riferimento.

    Decisamente un successo per entrambi i colossi dell’entertainment.

  2. Personalizza i video sulla base degli interessi del tuo pubblico

    Un video hero – in cui si racconta l’essenza di un brand – può dare il via ad una grande varietà di contenuti, creando curiosità, visualizzazioni e ricerche. Proprio ciò che ha voluto fare la Walt Disney Company con la campagna YouTube di promozione del film d’animazione “Ron – Un amico fuori programma” scegliendo come volto l’attore e comico Lillo, che presta anche la voce a Ron stesso.
    L’azienda ha scelto di attuare una campagna di sequenza in cui i video, di breve durata, venivano personalizzati sulla base dei risultati di contenuti pubblicati precedentemente. Il risultato è stato uno storytelling coerente ed ordinato sul film, che ha saputo creare attesa e curiosità.

    Risultato della campagna? La ricerca della keyword “Ron” su Google è aumentata del 723% – così come è cresciuta la consapevolezza che la creazione di video hero su YouTube è un successo assicurato.

  3. Coinvolgi i creator di YouTube e collabora con loro

    I creator di YouTube hanno una notorietà incredibile e sono seguiti da milioni di follower. Il loro linguaggio, la loro capacità di intrattenere e creare interesse sono di enorme potenziale per quei brand che vogliono creare connessioni e far diventare la loro campagna di video marketing virale. Inoltre se ben pensata e scritta, una campagna video può essere considerata talmente genuina da non essere collegata ad un adv, ma ad un contenuto originale del creator stesso.

    Per farti capire meglio ti proponiamo il lavoro svolto dal gruppo di comici The Jackal per l’ Amaro Rabarbaro Zucca. Il collettivo di creator napoletani ha saputo, con la sua riconoscibile comicità, creare una campagna video divertente. L’obiettivo, centrato, è stato quello di ridare visibilità al brand e nuova freschezza alla sua percezione nel pubblico target.
    I video sono stati visualizzati più di 3,5 milioni di volte, ma il risultato più sorprendente è stato osservare come annunci video quasi ignorabili (come quelli di questa campagna) hanno ottenuto una media di visualizzazione di 15 secondi. Questi numeri confermano la grande riuscita delle campagne YouTube in collaborazione con creator competenti e ingaggianti.

  4. Usa YouTube per dire la tua

    YouTube è una piattaforma fondamentale, forse la più importante che i brand hanno a disposizione per far sentire la propria voce su tematiche di interesse sociale, di attualità, ecc. Creare una campagna video su YouTube può creare terreno fertile per discutere e sostenere cause significative, chiedere l’opinione degli utenti, attivarsi concretamente per giuste motivazioni.

    Un esempio è il lavoro svolto da WindTre che, attraverso la campagna video “#VoceAlleGamer” ha voluto dar voce alle donne appassionate di gaming online, per niente rappresentate ma che sono il 47% nel nostro paese.
    Insieme alla partecipazione del gamer Tuberanza e della creator di video Diletta Begali, WindTre ha organizzato un vero e proprio esperimento sociale su YouTube nel quale il ragazzo ha giocato nei panni della collega donna per evidenziare le discriminazioni di genere in questo settore, e non solo. La campagna ha avuto un grande successo, raggiungendo la quota record di 2 milioni di visualizzazioni e un riscontro molto positivo. YouTube è una cassa di risonanza enorme: è il luogo giusto per affrontare temi sociali, di attualità, di interesse pubblico e per dar voce non solo ai valori del tuo brand, ma anche alle idee dei tuoi follower.

Conoscevi già queste campagne video? Cosa ne pensi?
Anche tu vorresti realizzare campagne video efficaci come queste ma non sai come fare?
Contattaci, ti daremo tutte le informazioni necessarie.

Nessun commento
5 / 578