CARICAMENTO

Seguimi

Meta e la sua strategia nel Metaverso
22 Marzo 2022|Marketing Trend

Meta e la sua strategia nel Metaverso

Meta e la sua strategia nel Metaverso

Nell’articolo odierno di Playmarketing  parliamo di metaverso e del ruolo che Facebook avrà nel suo sviluppo. Poco prima della fine del 2021 Zuckerberg ha annunciato che la sua Facebook Inc. avrebbe cambiato nome: oggi l’azienda si chiama Meta. Coincidenza o provocazione?

Scopriamo in che modo Meta intende entrare nel metaverso, quali saranno le regole del gioco e come cambierà il social più famoso al mondo da qui a qualche anno. A supportarci, un articolo letto su forkast.news.

Risale a pochi mesi fa una delle notizie più influenti del 2021: Facebook non esiste più. O meglio, esiste, ma ha cambiato nome: ora si chiama Meta. Che questo nuovo nome contenga l’essenza della svolta che Facebook desidera dare alla sua piattaforma? A giudicare dalle dichiarazioni di Mark Zuckerberg, dalla dirigenza dell’azienda e da numerose indiscrezioni, pare proprio di sì. (Facebook cambia nome! Scopri cosa cambierà nel futuro del social)

Ma andiamo per ordine. Mark Zuckerberg, fondatore e CEO di Facebook, aveva già ipotizzato un’idea di metaverso – una realtà virtuale in cui le persone possono interagire e vivere delle vere e proprie vite virtuali. Nessuno tuttavia si aspettava che, durante una sua uscita pubblica, egli rivelasse che il futuro di Facebook sarà totalmente dedicato allo sviluppo del metaverso – con un investimento iniziale di 10 miliardi di dollari. Con il cambio nome Zuckerberg ha lanciato un messaggio chiarissimo: la Meta Platforms Inc. vede nel metaverso la sua nuova identità, la sua nuova essenza.

Metaverso: di cosa parliamo?

Il metaverso potrebbe essere un mezzo per acquisire nuovi utenti (specialmente i più giovani) e recuperare quelli inattivi. La priorità, però, sembra essere quella di ampliare i guadagni senza essere eccessivamente dipendenti (come ora) dagli adv – ad oggi il 97% delle entrate totali dell’azienda. Negli interessi dell’organizzazione c’è anche un massiccio investimento verso tutto ciò che riguarda la Realtà Aumentata e Virtuale. Tutto ciò che abbraccia queste due tecnologie sarà il fulcro del lavoro di Facebook Reality Labs.

Per concludere la sua totale rivoluzione, i vertici di Meta hanno annunciato che per spianare la strada al metaverso serviranno nuove risorse: sono previste circa 10.000 assunzioni nella sola Europa.

Per Zuckerberg il metaverso è una possibilità unica per dare un’accelerata alla qualità della nostra esperienza di utenti digitali: sarà possibile fare delle esperienze solo online con altre persone in una realtà immersiva. Nonostante l’hype, il numero uno di Meta sostiene che il suo ambizioso progetto è un investimento “non redditizio” per la sua azienda – né ora, né per gli anni a venire. Le meraviglie del metaverso, pare, potrebbero vedere la luce solo verso la fine di questo decennio.

Scarica Ebook

 

Metaverso: cosa cambierà?

Tutti questi cambiamenti arrivano in un momento molto delicato per Facebook.

  • I ricavi del terzo trimestre del 2021 sono stati sotto le aspettative.
  • L’azienda è da tempo sotto attacco dell’opinione pubblica e della stampa perché Instagram veicola messaggi dannosi – specie per gli adolescenti.
  • Lo scandalo Cambridge Analytica del 2018 ha fortemente minato la credibilità di Facebook.
  • L’azienda è stata accusata da testate giornalistiche importanti come Associated Press, Atlantic, Wired e NBC di fare ben poco per moderare/fermare l’incitamento all’odio sulle sue piattaforme.

In conclusione

Insomma, al momento Meta è in una posizione sicuramente difficile: da un lato problemi seri da fronteggiare, dall’altro la promessa di cambiare il mondo del web con il metaverso. Non ci resta che aspettare e vedere quali saranno le prossime mosse di Zuckerberg.

Vuoi innovare la tua azienda e confrontarti sui nuovi trend di mercato? Contattaci senza impegno, noi siamo qui.

Nessun commento
Condividi
Chi Sono
Ciao! Il mio nome è Gianni. Sono un progettista di Marketing e questo è il mio blog.
Iscriviti alla Newsletter


    Consenso Privacy

    [custom-facebook-feed]