CARICAMENTO

Seguimi

Nuovi trend della trasformazione digitale
20 Gennaio 2022|Marketing Trend

Nuovi trend della trasformazione digitale

Nuovi trend della trasformazione digitale

Oggi sul blog di Playmarketing parliamo di trasformazione digitale e delle imprese che decidono di implementare nuovi tool e tecnologie per migliorare la propria strategia digitale.

In un mondo sempre più legato all’utilizzo della tecnologia restare al passo coi tempi è fondamentale. Quando si parla di trasformazione digitale delle imprese però, è doveroso fare delle precisazioni. Scopriamo di più grazie al supporto di un articolo letto su hbr.org.

La rivoluzione digitale che la nostra società vive da almeno vent’anni a questa parte ha costretto le aziende a reinventarsi o a rivedere parte della loro organizzazione dal punto di vista digital. Le cosiddette aziende big tech hanno investito milioni di dollari per mettere in atto la trasformazione digitale; in generale, si stima che gli investimenti in questa direzione supereranno i 6,8 trilioni di dollari entro il 2023. (Come rilanciare il digital marketing della tua azienda? Leggi qui)

Il problema che si riscontra maggiormente è che spesso le aziende effettuano cambiamenti e apportano innovazioni senza dare il dovuto spazio al calcolo dei vantaggi e del ROI (Return On Investment). Sottovalutando questi aspetti si va ad inficiare il miglioramento dell’ impresa, sprecando opportunità importanti.

Per effettuare una trasformazione digitale efficace non basta acquistare gli ultimi tool lanciati sul mercato o investire su strumenti miracolosi per il marketing. Serve, piuttosto, una rinnovata cultura aziendale, l’individuazione dei giusti talenti nel team, la capacità di investire nelle competenze.

Quando l’imprenditore deciderà di iniziare una trasformazione digitale nella sua azienda dovrà avere le idee ben chiare e aver sviluppato una visione, un obiettivo finale.

Scarica Ebook

La vera essenza della trasformazione digitale di un’azienda non sta nell’assumere data scientist, copiare ciò che fanno le grandi aziende come Google e Amazon, sostituire vecchie tecnologie con le ultimissime innovazioni. La trasformazione digitale si basa su un cambiamento di rotta dell’azienda che dovrà lavorare su dati, insight, processi automatici piuttosto che sull’intuizione umana. Ciò vuol dire lavorare anche sulla mentalità dei tuoi dipendenti e collaboratori, il modo in cui lavoro e in cui si comportano.

Sono cinque le componenti essenziali di cui c’è bisogno per iniziare una trasformazione digitale in azienda.

5 Componenti essenziali per la trasformazione digitale

  1. Le persone

La trasformazione digitale inizia con le persone perché sono proprio loro a “creare” i dati, fondamentali per qualsiasi tipo di azienda. Non parliamo solo dei dipendenti, ma anche (e soprattutto) dei consumatori e dei clienti.

Le informazioni che hai a disposizione sono scarse o conosciute da poche persone? La tua azienda si è ingrandita o i suoi processi sono diventati più complessi? È arrivato il momento di cambiare e in questo la tecnologia può venirti in aiuto.

  1. I dati

I dati sono la vera miniera d’oro delle aziende e costituiscono le fondamenta di ogni organizzazione. Senza di essi non è possibile lavorare. È necessario che siano organizzati in maniera eccellente: dovranno essere sempre accessibili, chiari nello spiegare l’ interazione con consumatori e clienti, ma anche tra dipendenti.

  1. Gli insight

Nel punto precedente abbiamo sottolineato l’importanza dei dati per le aziende, tanto che in molti li hanno definiti “il nuovo petrolio”. Non abbandoniamo il paragone e poniamoci una domanda: a cosa servirebbe il petrolio se non potessimo pulirlo, raffinarlo, utilizzarlo per altri scopi? Allo stesso modo i dati devono essere inseriti all’interno di modelli, sistemi, framework affidabili e che sappiano “fotografare” momenti e situazioni. Con le competenze e gli strumenti giusti, i dati possono essere trasformati in insight, ovvero informazioni dettagliate. Grazie alla tecnologia è possibile dare un significato ben preciso ai dati, fare previsioni, evitare problemi.

  1. L’ azione

Arrivare alla fase di insights non è sufficiente. Tutto il valore aggiunto che le persone, i dati e gli insights possono dare alla tua azienda non servono a nulla se non si trasformano in azioni concrete. Ed è in questo momento che alle tecnologie e agli strumenti digitali si devono affiancare l’intelligenza e l’intuizione, doti che possiedono solo gli esseri umani. Le previsioni e i dati ricavati dai tool tecnologici sono un validissimo aiuto ma che può risultare nullo se non si creano strategie, non si passa all’azione e, perché no, non si corrono dei rischi.

È per questo motivo che durante l’articolo abbiamo citato la capacità di individuare talenti e di svilupparne lecompetenze: è grazie ai tuoi collaboratori che la trasformazione digitale della tua aziendapotrà concretizzarsi.

  1. I risultati

Una volta messo in pratica quanto elencato finora arriverai ad ottenere dei risultati. Tuttavia il tuo lavoro non sarà concluso: i risultati saranno terreno fertile per ritornare alla fase 2, ovvero quella dei dati – ora più completi, più ricchi, più ampi. Su questi dati rinnovati tu e il tuo team dovrete lavorare per migliorare il servizio offerto ai consumatori, ma anche l’organizzazione aziendale.

In conclusione?

Un’ultima, fondamentale riflessione. Nel concetto di trasformazione digitale la parte difficile non è quella che riguarda il digitale, ma quella della trasformazione. Il cambiamento prevede adattamento, sacrifici, revisione dei comportamenti, delle abitudini, della cultura aziendale, della mentalità.

Il vero obiettivo della trasformazione digitale, infondo, è quello di dare priorità al miglioramento delle skilldel tuo team: tutti devono essere pronti e preparati ai cambiamenti repentini che il mondo del lavoro e la nostra società ci impone.

 

Cosa ne pensi di questo articolo? Contatta il team Playmarketing e raccontacelo.

Nessun commento
Condividi
Chi Sono
Ciao! Il mio nome è Gianni. Sono un progettista di Marketing e questo è il mio blog.
Iscriviti alla Newsletter


    Consenso Privacy

    [custom-facebook-feed]