CARICAMENTO

Seguimi

Demand Generation: 6 strategie per il tuo funnel
15 Luglio 2021|Demand Generation

Demand Generation: 6 strategie per il tuo funnel

Demand Generation: 6 strategie per il tuo funnel

Oggi, sul blog di Playmarketing, parliamo di strategie di Demand Generation. In questo articolo ti guideremo alla scoperta di 6 modi per arricchire la tua pipeline commerciale. Per farlo ci serviamo del supporto di un articolo letto su internalresults.com.

Tutti gli sforzi (lavorativi ed economici) che le aziende fanno in termini di vendita e marketing devono fruttare una domanda reale per i tuoi prodotti o servizi, altrimenti sono inutili. Se le hai provate davvero tutte, forse ora è arrivato il momento di fare un tentativo con la demand generation, e provare nuove strategie. (Vuoi generare nuovi contatti? Parliamo di Lead Generation!)

Ma che cos’è esattamente la Demand Generation? Si tratta di una strategia, utilizzata ampiamente dai marketer e dai team di vendita di moltissime aziende, dedita a creare domanda per un prodotto/servizio in ogni fase del percorso dell’acquirente. Ma approfondiamo l’argomento e scopriamo insieme 6 strategie che funzionano per davvero.

  1. Usa i dati sull’intenzione all’acquisto per trovare acquirenti sul mercato

Il modo migliore per scoprire chi sono le persone interessate al tuo  prodotto/servizio è utilizzare i dati sulle intenzioni dell’acquirente. Oggi, grazie ai dati che possono essere estrapolati, sai benissimo da dove provengono gli acquirenti interessati alla tua azienda: da un blogpost, un post sui social, una landing page, un’ad. I dati sull’intenzione all’acquisto danno un pezzo di informazione in più, segnalando al tuo team marketing e vendite gli utenti pronti all’acquisto. È fondamentale saper usare questi dati oggi più che mai: se prima gli acquirenti si conoscevano di persona tramite le fiere di settore, oggi vengono attirati dalle mosse che l’azienda fa online.

  1. Aumenta la tua autorità con contenuti di qualità

Per alimentare il successo della tua azienda e dare una spinta alla creazione di nuovi lead, è cruciale che il tuo brand abbia una chiara visione sul content marketing e sulla comunicazione che intende fare. Sono questi due aspetti che ti faranno conoscere ai consumatori, i quali poi decideranno se acquistare o meno. I principali contenuti su cui lavorare e che fanno maggior presa sul consumatore sono:

  • video
  • whitepaper
  • blog
  • webinar
  • casi studio

A seconda della fase del percorso di acquisto in cui si trovano i tuoi lead, i contenuti che vorranno consultare saranno diversi:

  • se sono nella parte superiore del funnel, crea contenuti informativi per aumentare la brand awareness;
  • se sono nel cosiddetto middle-of-the-funnel, informali con whitepaper ed eBook.
  • Se si trovano alla fine del funnel, ovvero presumibilmente pronti all’acquisto, convincili con case study, webinare blogpost mirati.

Free Ebook - Demand Generation

  1. Migliora il coinvolgimento dei contenuti distribuendoli

La distribuzione dei contenuti consiste nel promuovere i tuoi contenuti in più modi e l’obiettivo è farli trovare alle persone giuste: i clienti che ti stanno cercando. Per fare ciò, dovresti:

  • promuovere contenuti tramite ad a pagamento;
  • sfruttare le piattaforme di distribuzione per aumentare la copertura.
  1. Semplifica il tuo workflow di demand generation con dei software di automazione

Insomma, i lead stanno cominciando ad arrivare nella tua canalizzazione di vendita: ora devono essere seguiti tutti, e ben “nutriti” per arrivare ad una conversione finale. Se i lead, però, sono tanti, avrai bisogno di un aiuto. Per fare questo e mantenere tutto sotto controllo esistono dei software appositi, come Sales Navigator, Crystal, Drift, ecc.

Questi strumenti ti aiuteranno a migliorare il flusso della tua Demand Generation. Essi possono dimostrarsi dei grandi alleati, ma assicurati che ti aiutino davvero e rappresentino un reale vantaggio per la tua azienda. Se così non fosse, lasciali perdere.

  1. Migliora il tuo ritorno sulla spesa pubblicitaria concentrandoti su un target di nicchia

È indubbio che gli ad e le pubblicità mirate a pagamento siano infallibili quando si tratta di arrivare a nuovi clienti. Molto spesso le aziende si sentono frustrate poiché, pur avendoci tentato, non hanno avuto i ritorni sperati. Questa cosa è molto comune e non deve scoraggiarti.

Per quanto riguarda il B2B, ad esempio, Linkedin e Google sono le piattaforme migliori per farsi pubblicità. Su LinkedIn puoi personalizzare il tuo pubblico-target (parliamo anche di aziende specifiche) e ottenere risultati considerevoli.

Su Google puoi pubblicare annunci mirati con parole chiave pertinenti che rimandano a un whitepaper o webinar: ai tuoi futuri lead basterà inserire una mail per accedervi ed ecco che avrete creato un primo contatto.

  1. Acquisisci maggiore autorità con l’Event Marketing

Nonostante il Covid-19 e la pandemia abbiano praticamente bloccato il mondo degli eventi, questi non si sono fermati del tutto, anzi sono diventati virtuali. Gli eventi, sia online che “live”, sono sempre un’ottima occasione per conoscere nuovi clienti e creare fiducia nei confronti del tuo brand.

Se sei un partecipante ad un evento, avrai la possibilità di fare rete con gli altri convenuti. Se invece sei stato invitato come speaker o come esperto potrai rafforzare la tua autorità nella tua fetta di mercato. Cerca eventi rilevanti nel tuo settore e organizza una presentazione, un workshop o una tavola rotonda. Anche qualche evento circoscritto alla tua regione/zona geografica andrà bene: l’importante è che gli eventi siano specifici per il tuo settore.

Se te la senti, potresti organizzare tu il tuo personale evento, grazie anche alla collaborazione del tuo team: anche questo è un modo per aumentare l’autorità dell’azienda nel settore di riferimento.

Cosa ne pensi di questo articolo? Vuoi approfondire le tematiche legate alla Demand Generation? Visita la nostra sezione dedicata e contattaci per dirci la tua!

Nessun commento
Condividi
Chi Sono
Ciao! Il mio nome è Gianni. Sono un progettista di Marketing e questo è il mio blog.
Iscriviti alla Newsletter


    Consenso Privacy

    [custom-facebook-feed]