CARICAMENTO

Seguimi

9 consigli per un evento online memorabile!
17 Novembre 2020|Marketing Video

9 consigli per un evento online memorabile!

9 consigli per un evento online memorabile!

Sul blog di Playmarketing oggi parliamo degli eventi online. A causa del Covid e del distanziamento sociale imposto alla popolazione per contrastare il virus, gli eventi online organizzati dalle aziende e dai brand sono cresciuti a dismisura. In questo articolo, supportato da un post letto su smartcompany.com.au, stiliamo una guida con dei consigli da seguire per realizzare un evento online da ricordare.

Tra le conseguenze portate dalla pandemia mondiale causata dal Coronavirus possiamo includere un totale cambiamento del modo di vivere il lavoro. Il distanziamento sociale ha imposto a tutti noi una battuta d’arresto: nel mondo del lavoro ciò si traduce in lavoro da casa, uffici vuoti, riunioni in videoconferenza.

Per non perdere il contatto con i clienti, i partner commerciali e tutti i collaboratori, i brand e le aziende hanno fatto degli eventi online la nuova normalità, che si è imposta ed è qui per restare. Di seguito, ecco 9 cose da non fare durante un evento online, al fine di renderlo piacevole e memorabile per gli spettatori.

 

  1. Non avere la vendita come unico obiettivo. Cadere nel pensiero “Tante persone parteciperanno al nostro evento online, abbiamo investito soldi, tempo e fatica per organizzarlo: spingiamo i nostri prodotti il più possibile! ” è molto semplice. Tuttavia, è bene ricordare che la maggior parte dei partecipanti a eventi simili si unisce alla visione per curiosità, per essere informata o anche solo per intrattenersi. La vendita non deve essere l’unico obiettivo. Del resto, se tutti fossero interessati al prodotto lo acquisterebbero sul sito web dell’azienda o si attiverebbero sui canali commerciali che lo propongono senza perdere ulteriore tempo.
  2. Non credere che la qualità del video sia più importante del resto. Circa il 63% dei partecipanti a eventi online, al contrario, pensa che un audio perfetto sia fondamentale. Dopotutto, è meglio sentire bene ciò che dice un relatore piuttosto che vederlo nitidamente. Per questo motivo, dotarsi di un ottimo microfono prima di “andare in onda” è molto importante.
  3. Non organizzare eventi in orari extra-lavorativi.Molto spesso gli organizzatori di eventi online pensano che chi partecipa possa farlo in totale relax dopo il lavoro, magari sorseggiando un aperitivo. La realtà è che la maggior parte dei lavoratori, dopo una giornata intera passata davanti allo schermo di un pc, ha giustamente voglia di staccare la spina e rilassarsi. Gli orari perfetti per organizzare un evento online risultano essere metà mattina e metà pomeriggio.
  4. Non chiamare un “esperto” qualsiasi. Affidarsi a degli speaker esperti in un determinato campo è un’ottima carta da giocare in un evento online. Tuttavia è importante che l’ospite sappia interagire anche con un pubblico virtuale e sia in grado di coinvolgerlo come se si fosse tutti nella stessa sala (e non è la stessa cosa!). Sarebbe opportuno, inoltre, avere un moderatore che guidi l’evento- e magari ospitare più di uno speaker.
  5. Non dare troppe informazioni tecniche. Bisogna evitare di dare tantissime informazioni o cadere in un eccessivo tecnicismo. Il cervello umano, infatti, memorizza a lungo termine solo poche informazioni ripetute più volte. Invece di fossilizzarsi su informazioni tecniche, sarebbe più interessante attirare l’attenzione dei partecipanti all’evento online aiutandosi con grafiche accattivanti, video preregistrati, quiz, sondaggi.
  6. Non rendere disponibile l’evento online solo dal vivo. È probabile che non tutti gli invitati all’evento online potranno partecipare e seguirlo dall’inizio alla fine nel giorno stabilito. Rendere disponibile l’evento anche successivamente, quindi in modalità on demand, permetterà ai partecipanti di riguardarlo quando ne avranno voglia o necessità, e a quelli che l’hanno perso di recuperarlo – un’ottima opportunità per non perdere nemmeno uno spettatore.
  7. Non dilungarti troppo. Gli eventi online non dovrebbero mai essere troppo lunghi, principalmente per due motivi: l’attenzione dei partecipanti inizierebbe a calare, così come la loro disponibilità a guardare. La durata ideale di un evento online è di circa un’ora.
  8. Non ignorare le domande per i relatori.I partecipanti all’evento online vorranno fare delle domande agli speaker che presenzieranno all’evento. È giusto ritagliare del tempo per rispondere a tutti i quesiti (il 51% dei partecipanti ad eventi online si aspetta uno spazio dedicato a domande e risposte con gli speaker). Un’altra buona idea potrebbe essere quella di far inviare in anticipo le domande da porre ai relatori.
  9. Non improvvisare. Saper utilizzare alla perfezione tutti gli strumenti tecnologici necessari da impiegare in un evento online è fondamentale. Bisogna inoltre assicurarsi della qualità della connessione internet (propria e degli speaker) almeno il giorno precedente e avere un piano B in caso di problemi tecnici.

Cosa ne pensi di questo articolo? Raccontacelo contattando Playmarketing.

Nessun commento
Condividi
Chi Sono
Ciao! Il mio nome è Gianni. Sono un progettista di Marketing e questo è il mio blog.
Iscriviti alla Newsletter


    Consenso Privacy

    This message is only visible to admins.

    Problem displaying Facebook posts.
    Click to show error

    Error: Server configuration issue