CARICAMENTO

Seguimi

4 consigli per contenuti di qualità sul tuo blog
19 Ottobre 2020|Marketing Trend

4 consigli per contenuti di qualità sul tuo blog

4 consigli per contenuti di qualità sul tuo blog

Oggi sul blog di Playmarketing parliamo di contenuti di qualità legati al tuo blog di una tipologia in particolare: il long content marketing. Questo tipo di contenuto è ampio, ben articolato, educativo. Supportati da un articolo letto sul sito smartcompany.com.au, ti spiegheremo in che modo i contenuti lunghi possono trasformare il tuo brand in una voce autorevole. Buona lettura!

In un mondo dove le informazioni corrono veloci e si susseguono senza sosta, dove l’attenzione degli utenti è attirata dai contenuti “flash” di Instagram e Twitter, l’informazione canonica, i contenuti ben articolati e che richiedono tempo per essere “digeriti” sono diventati sempre più rari. Ma è proprio su questi che devi puntare se vuoi essere preso in considerazione come un’autorità – e non solo del tuo settore. Ecco 4 consigli per produrre contenuti di qualità e che possono restare sempre interessanti ed educativi per chi li legge.

 

  1. Mentre si consumano sempre più informazioni “mordi e fuggi” su dispositivi come smartphone e tablet, i contenuti lunghi rimangono le vere fonti autorevoli dove trovare informazioni di qualità. Sembra un paradosso, ma i contenuti più lunghi sono considerati quelli che restano e si distinguono dal “rumore” delle notizie che si susseguono velocemente. Inoltre, all’interno dei contenuti più corposi si ha l’opportunità di affrontare più argomenti contemporaneamente e, di conseguenza, di interessare un maggior numero di persone: investi su questo tipo di contenuti e vedrai che ti piazzerai ben presto tra le voci autorevoli, quelle che comunicano cose concrete e non “rumore”.
  2. I contenuti brevi e quelli lunghi sono entrambi utili, ma hanno funzioni completamente diverse – specialmente nel l’ottica aziendale. I primi servono a introdurre gli argomenti ed, eventualmente, per un retargeting; quelli più lunghi, invece, permettono di spiegare, di approfondire le conoscenze, di educare chi legge o l’eventuale cliente. Si è scoperto che proprio grazie ai contenuti lunghi si promuove la consapevolezza del marchio, si rafforzano i valori del brand, si invita all’acquisto.
  3. Il mondo del web è popolato da una quantità inimmaginabile di contenuti – la maggior parte dei quali non verranno mai letti. Quando scrivi qualcosa, quindi, cerca di raccontare ai tuoi lettori qualcosa che ancora non sanno, o rispondi alle domande che si pongono e che ancora non trovano risposta. Insomma, offri loro qualcosa di nuovo.
  4. Il contenuto lungo ha un grande pregio: è “economico”. Esso infatti può essere diviso in più parti, riutilizzato, adeguato a diverse tipologie di lettori o canali di comunicazione. Di conseguenza, costa anche meno a chi lo produce e dura nel tempo.

Scegliere di produrre e condividere con gli utenti dei contenuti di lunghezza considerevole non è una strategia di marketing, ma vuol dire tendere una mano a coloro che cercano un altro tipo di contenuti, con altre esigenze. Investire tempo e risorse in questa tipologia di contenuti, col giusto impegno, porterà prestigio e aumenterà la reputazione del tuo business.

Cosa ne pensi di questo articolo? Tu che tipo di contenuti prediligi per la tua azienda? Contatta il team Playmarketing e dicci la tua.

Nessun commento
Condividi
Chi Sono
Ciao! Il mio nome è Gianni. Sono un progettista di Marketing e questo è il mio blog.
Iscriviti alla Newsletter


    Consenso Privacy

    This message is only visible to admins.

    Problem displaying Facebook posts.
    Click to show error

    Error: Server configuration issue