CARICAMENTO

Seguimi

Come cambia il retail dopo il Covid-19
21 Maggio 2020|Marketing Trend

Come cambia il retail dopo il Covid-19

Come cambia il retail dopo il Covid-19

La discussione sul cambiamento dell’economia mondiale post COVID-19 è uno degli argomenti più interessanti del momento. Oggi, su Playmarketing, ci occupiamo del mondo del retail e di come cambierà dopo che questa pandemia avrà allentato la sua presa sul mondo – e per farlo ci serviamo del supporto di un articolo apparso sul sito smartcompany.com.au.

È innegabile che i primi mesi di questo 2020 siano stati difficili per tutti noi: tante cose sono successe. Chi lavora nel mondo del retail ha notato dei cambiamenti considerevoli nei consumi e nelle abitudini dei clienti negli ultimi mesi, cambiamenti che gettano le basi per l’aspetto che assumerà il retail nel prossimo futuro. Ecco cinque cose che potrebbero succedere dopo la fine della pandemia.

 

  1. Negozi più piccoli

Probabilmente, vedremo la fine dei grandi magazzini – o, almeno, essi cambieranno nello stile. Se questo trend era già in atto, vedremo la sua accelerazione. Quindi, si stima che dall’anno prossimo vedremo meno negozi di grandi dimensioni, ma anche meno negozi con prodotti di fascia alta.

 

  1. Vendita al dettaglio e implementazione di servizi

La vendita al dettaglio, negli ultimi anni, è risultata decisamente in affanno. È necessario, perciò, che si innovi per darle sostegno: i rivenditori dovrebbero servirsi delle migliori figure professionali per portare qualità, novità e un ampio ventaglio di servizi – trasformando una vendita al dettaglio in un’esperienza. Quindi, per aumentare il tempo di sosta dei clienti nei negozi, è necessario dare l’opportunità ai consumatori di avere più servizi nello stesso posto –magari offrire loro una connessione WI-FI veloce, spazi di coworking confortevoli e un buon caffè.

 

  1. La crescita dell’etica nel retail

I giganti del retail e i brand si stanno avvicinando sempre di più ai bisogni dei loro consumatori, puntando a conquistare la loro fiducia – specialmente verso i consumatori della Generazione Z.

 

  1. Consumatori digitali “maturi”

Mai come in questi anni, i “boomer” si stanno avvicinando all’utilizzo della tecnologia. E’ necessario, quindi, guidarli al ventaglio delle possibilità che la tecnologia e il web possono offrire – rendendo più snelli e facili gli acquisti online.

 

  1. Più spazio per i piccoli negozi

Con la crisi dei grandi retailer, ci sarà più spazio per i negozi di grandezza contenuta, piccole boutique, eccetera. I negozi di grande dimensione hanno, del resto, spese e costi di personale molto alti che, in tempi di crisi, sono difficili da sostenere.

Cosa ne pensi di questo articolo? Come credi che cambierà questo settore? Se hai voglia di saperne di più e porre i tuoi quesiti ricordati di iscriverti al webinar di EBC Smart del 28 Maggio, parleremo proprio del futuro del settore con degli esperti!
Cosa aspetti? Iscriviti e partecipa in diretta!

Nessun commento
Condividi
Chi Sono
Ciao! Il mio nome è Gianni. Sono un progettista di Marketing e questo è il mio blog.
Iscriviti alla Newsletter


Consenso Privacy

This message is only visible to admins.

Problem displaying Facebook posts.
Click to show error

Error: Server configuration issue