CARICAMENTO

Seguimi

Pillole di microbusiness per la tua impresa
22 Dicembre 2015|Marketing BasicWeb Marketing

Pillole di microbusiness per la tua impresa

Pillole di microbusiness per la tua impresa

Hai appena terminato di definire e lanciare un progetto di microbusiness alternativo per la tua azienda? Ben fatto! A questo punto, potresti già essere occupato ad aggiornare freneticamente la casella e-mail abilitata alla ricezione degli ordini, la tua pagina Paypal per tenere d’occhio i pagamenti e la schermata di Analytics con le statistiche del tuo sito.

Talvolta, però, il lancio di una nuova piattaforma e-commerce non porta che una manciata di nuovi visitatori, clienti o ordini. Come fare quindi per migliorare la situazione? Ecco qualche consiglio ideato da Skellie di Tuts+.

Innanzitutto, non abbatterti: lo sforzo necessario ad trovare nuovi clienti per il tuo microbusiness diminuisce esponenzialmente con ogni nuovo utente soddisfatto. Per questo motivo, i primi che riuscirai a fidelizzare varranno come 100 o anche 1000 rispetto a quelli che acquisirai in un secondo momento.

I tuoi primi clienti sono infatti il trampolino per lanciare il processo del passaparola che verrà a crearsi automaticamente se la tua azienda risulterà in grado di incontrare e soddisfare specifiche esigenze di mercato. La domanda è: come fare a ottenere questi clienti iniziali?

SCRIVI ED INVIA E-MAIL

Una volta che ti sarai accertato che il tuo microbusiness stia funzionando a dovere (sistema di pagamenti collegato, pagine in linea, servizi attivi) è tempo di scrivere qualche e-mail e cliccare su INVIA. Questa strategia rivoluzionaria ed estremamente innovativa è stata inventata da Derek Halpern e si basa sulla premessa che, se ti piacerebbe che persone dall’alta visibilità orientassero un po’ del loro pubblico verso il tuo microbusiness, non dovresti fare altro che mandare loro un’e-mail e chiederglielo.

Tutto qui. Dai un’occhiata al suo video:

Tutto questo potrebbe sembrare ovvio, quasi scontato, ma è incredibile quanto spesso questo semplice passo venga trascurato. Non esiste una strategia di marketing più potente del riuscire a contattare qualcuno e dialogare con lui direttamente.

 

ATTRARRE CLIENTI E BEN DIVERSO DAL TRASCINARLI A FORZA

Se il tuo microbusiness è effettivamente unico, qualcosa che risponde ad uno specifico desiderio del tuo target, allora riuscire ad ottenere la giusta copertura non dovrebbe poi essere così difficile.

Se però hai l’impressione che esso venga ignorato dal tuo pubblico a dispetto di tutti gli sforzi che compi per comunicarlo, allora conviene aprire un dialogo più approfondito con i tuoi utenti e cercare di capire se esso sia effettivamente così speciale. Individua alcuni soggetti rappresentativi del tuo target, manda loro un’e-mail e chiedi loro di darti un’onesta opinione su cosa pensano del tuo microbusiness.

Se queste richieste vengono regolarmente ignorate, oppure se ricevi risposte a malapena tiepide, potrebbe essere il caso di riesaminare con attenzione le caratteristiche il tuo mercato di riferimento e cercare di capire se il tuo microbusiness risponda effettivamente a delle esigenze esistenti.

 

ALLE PRESE COL DILEMMA “UOVO O GALLINA? CREA UNA GALLINA ARTIFICIALE!

Alcuni microbusiness, specialmente quelli che fanno affidamento su una comunità fiorente ed attiva, nei loro primi tempi soffrono del classico problema “uovo o gallina”. Basta vedere cos’è successo con Reddit: nonostante ad oggi faccia parte della top50 dei siti web più importanti su internet, anche Reddit è partito con solo una manciata di utenti a disposizione.

Quel sito fa affidamento sul fatto che gli utenti scelgano, mettano in evidenza e commentino una serie di link che vengono successivamente discussi e votati da una nutrita community, dando vita così ad una ricchissima selezione di articoli, immagini e video ben selezionati. Inizialmente, però, tutto questo sembrava impossibile: con solo una decina di utenti a disposizione, come poteva un format simile crescere al punto di raggiungere un numero di utenti tale da farlo diventare divertente e interessante?

Per risolvere questo problema, i fondatori di Reddit hanno creato una serie di “falsi” account, usandoli per presentare e votare contenuti e creando così l’illusione di una community più popolata e di un sito web più vivace e dinamico di quanto fossero in realtà. Certo, si tratta pur sempre di “barare”, ma così facendo sono riusciti a costruire artificialmente un’user experience talmente divertente e interessante per i propri primi membri che nel giro di poco tempo i falsi account non sono più stati necessari.

Questo espediente è inoltre servito a stabilire uno standard per il “tono” che i fondatori volevano che fosse adottato per quanto riguarda i contenuti da postare e il comportamento da seguire all’interno del proprio sito. Guarda il seguente video per avere qualche informazioni in più direttamente da Steve Huffman, uno dei fondatori di Reddit:

Occorre insomma fare tutto ciò che è in proprio potere per spingere il proprio microbusiness nella sua fase iniziale, anche a costo di dover ricorrere a qualche bugia a fin di bene.

 

ASPETTATI DI DOVER COSTRUIRE LA TUA AUDIENCE UN UTENTE PER VOLTA, FINO A RAGGIUNGERE QUOTA 1000 “VERI FAN”

Questa tecnica si basa sull’articolo “1000 veri fan”, la cui premessa è che non appena un editore (di arte, prodotti, scrittura, tecnologia, insomma di qualunque cosa) riesce a raggiungere un totale di almeno mille veri fan, non avrà più nulla di cui preoccuparsi.

Allo stesso modo, se come imprenditore riesci a costruire una fanbase di almeno 1000 utenti per il tuo microbusiness, lo potrai considerare a tutti gli effetti una parte autonoma della tua impresa. Ma cosa si intende con “vero fan”? Si tratta di qualcuno estremamente appassionato ed entusiasta dei tuoi prodotti o servizi, tanto da essere disposto ad investire € 100 all’anno per aiutarti a fare ciò che fai.

Nel nostro specifico contesto, un vero fan del tuo microbusiness è qualcuno disposto a pagare € 100 all’anno per continuare ad utilizzarlo, sia attraverso abbonamenti, che sottoscrizioni, donazioni, acquisto di prodotti o servizi.

  • Per un microbusiness e-commerce, un vero fan potrebbe essere qualcuno che visita regolarmente il tuo online store ed effettua più ordini ogni anno.
  • Per un microbusiness basato su un blog, un vero fan potrebbe essere qualcuno che visita quotidianamente il tuo blog e ne condivide i contenuti con i propri amici, oltre ad acquistare ogni prodotto che sponsorizzi o ogni abbonamento che vendi.
  • Per un microbusiness di training online, un vero fan potrebbe essere qualcuno che si iscrive a tutti i tuoi corsi, partecipandovi attivamente e recensendoli con entusiasmo su tutto il web.
  • Per un microbusiness di applicazioni web, un vero fan potrebbe essere qualcuno che acquista abbonamenti annuali, convince altre persone nel suo campo ad iscriversi e controlla con impazienza il blog delle tue app per controllarne novità e aggiornamenti.
  • Per un microbusiness basato su un sito web di nicchia, un vero fan potrebbe essere qualcuno che controlla quotidianamente il tuo sito in cerca di nuovi contenuti, acquista i tuoi prodotti o e-book e ti raccomanda ad amici e conoscenti.

…e così via.
In ogni caso, l’unico modo per acquisire un vero fan è riuscire a far sì che i tuoi prodotti o servizi ne migliorino la vita o lo aiutino a risolvere dei problemi. Ovvero: l’unico modo per acquisire 1.000 nuovi fan è migliorare la vita di 1.000 persone. Se ci riuscirai, verrai ricompensato con un business fiorente e di successo.

Insomma, se riuscirai a “convertire” una persona al giorno, il tuo microbusiness sarà in grado di raggiungere una totale autonomia economica in meno di tre anni. La domanda che sorge è: quali sono le corrette strategie di marketing da applicare per riuscire a raggiungere questo risultato? E in particolar modo, quante persone in più dovrai contattare individualmente? Con quanti utenti in più dovrai parlare al telefono? Quante nuove e-mail personalizzate dovrai inviare in più?

E nella corsa per acquisire nuovi clienti fidelizzati, non dimenticarti mai che i primi che hai ottenuto sono i più preziosi: ricordati quindi di trattarli come tali!

 

SE IL TUO MICROBUSINESS E’ STATO BEN CALIBRATO, LA SUA FORZA DI ATTRAZIONE TI STUPIRA’

Se come imprenditore sei riuscito a creare qualcosa di veramente speciale e hai realizzato una base che va dai 50 ai 100 visitatori/utenti/clienti abituali, la forza di attrazione raggiunta dal tuo microbusiness comincerà a stupirti. Avrai l’impressione che tutti i tuoi sforzi marketing verranno quasi offuscati da quelli dei tuoi stessi utenti fidelizzati: ogni giorno nuovi clienti affluiranno automaticamente verso il tuo microbusiness senza alcun particolare impegno da parte tua (oltre naturalmente a quello più grande, creare un fantastico prodotto d’eccezione).

Una cosa va ripetuta ancora: se hai l’impressione di essere l’unica persona a tessere le lodi del tuo microbusiness, è fondamentale prendere il tempo di rivalutare la situazione e capire se esso è veramente in grado di migliorare la vita dei propri utenti e di risolvere i loro problemi. Se la risposta sembra essere negativa, conviene smettere di concentrarsi sul marketing e riesaminare il prodotto stesso.

 

COME OTTENERE I PRIMI 100 CLIENTI

Ecco quattro passi che conviene accertarsi di aver compiuto per aumentare il proprio bacino clienti:

  1. Cerca persone che vogliono qualcosa di simile a ciò che hai realizzato. Potresti aver bisogno di dare un’occhiata a discussioni online dove gli utenti chiedono informazioni riguardanti un qualcosa che si avvicini molto a ciò che hai già creato. Se trovi qualcosa di simile, non perdere l’occasione di intervenire e far sapere che la risposta ai loro problemi esiste e dove possono trovarla. Queste persone rappresentano i tuoi clienti ideali per eccellenza, in quanto stanno letteralmente chiedendo dove possono trovare ciò il tuo microbusiness offre.
  2. Cerca discussioni in cui gli utenti si lamentano dei tuoi competitor. Potresti aver creato un prodotto/servizio molto migliore di quello che viene fornito dai tuoi concorrenti, e all’interno di queste discussioni avrai l’opportunità di provarlo. Se ciò che offri è veramente migliore, queste persone diverranno presto tuoi clienti.
  3. Invia inviti personalizzati. Grazie a Google è estremamente facile trovare utenti che possono potenzialmente diventare i tuoi primi clienti, visitatori o abbonati. Contatta queste persone ed invitale a provare il tuo prodotto tramite delle e-mail individualizzate. Se il tuo microbusiness è tarato sulle loro esigenze, molte di queste mail avranno un esito positivo. Nel caso invece il loro tasso di risposta fosse inferiore al 20%, conviene accertarsi che le tue email non vengano classificate come spam (…e che il tuo prodotto sia veramente tanto speciale).
  4. In principio, il feedback positivo ottenuto dai tuoi primi utenti è molto più importante dei guadagni veri e propri che essi ti porteranno. Se il tuo microbusiness si trova davvero all’inizio della sua curva di crescita, allora i guadagni che ti porterà saranno via via esponenzialmente maggiori rendendo così quasi irrilevanti quelli ottenuti inizialmente. Non avere paura di offrire sconti consistenti o di regalare gratuitamente qualche prodotto, se nel lungo periodo ciò potrà portarti maggiore visibilità non potrai che beneficiarne.

E questo è quanto: e adesso, non ti resta che rintracciare (o costruire) la tua lista di clienti affezionati e cominciare a contattarli direttamente.

Vorresti qualche consiglio in più su come costruire o sviluppare un’attività di microbusiness per la tua impresa e trovare nuovi clienti? Contatta Gianni Vacca!

Nessun commento
Condividi
Chi Sono
Ciao! Il mio nome è Gianni. Sono un progettista di Marketing e questo è il mio blog.
Iscriviti alla Newsletter


Consenso Privacy

This message is only visible to admins.

Problem displaying Facebook posts.
Click to show error

Error: Server configuration issue