CARICAMENTO

Seguimi

DA STAGISTA A IMPRENDITORE?
16 Agosto 2013|Marketing Basic

DA STAGISTA A IMPRENDITORE?

  Non è uno scherzo, questo blog è per imprenditori. Cosa c’entrano gli stagisti allora?

In questi giorni, complice il progetto di marketing che stiamo portando avanti con OSM1816 sulla Mamete Prevostini, mi è venuto in mente un interessante topic di Courtney Sanford su come in effetti tra imprenditore e stagista ci siano molte similitudini.

Ed è il mio piccolo contributo a te che stai cercando o cercherai  lavoro. Valuta l’ipotesi di… creartelo! Da subito, perchè un’impresa nasce dove cresce un imprenditore. Ovvio no? Altrimenti l’alternativa è guardare il telegiornale e valutare se il nostro futuro sarà aiutato dall’ultimo accordo di concertazione nazionale! Roba vecchia…

Prova a pensarci, gli stagisti in effetti sono davvero imprenditori: hanno risorse limitate, prendono rischi in prima persona e sono alla ricerca di potenziali investitori.

Ovviamente gli imprenditori sono, in genere, alla ricerca di nuovi clienti che scelgano la loro azienda per farla crescere in futuro; gli stagisti, invece,  stanno facendo tutto il possibile per convincere un imprenditore ad investire nella loro crescita professionale.
Dunque dov’è la differenza tra uno stagista (o un consulente alle prime armi) e un imprenditore? Se farai uno stage, o sei all’inzio della tua attività lavorativa, allora è bene che la vivi da subito come imprenditore.

In questo modo vedrai che sarà più facile imparare, crescere, e sfruttare alla grande il tempo che passerai in quell’esperienza “agli inizi”.

In ogni caso,  ci tenevo a lasciarteli 5 consigli  per rendere più proficua questa tua avventura:

 

1.Devi essere innovativo

Approfittate di ciò che ti rende unico (perchè lo sei, questo è certo!) e non cercare di fare il “tappabuchi” nei compiti dei colleghi assunti che troverai in azienda. Prova a pensare a modi innovativi (diversi) per svolgere il tuo ruolo e concentrarsi sui vantaggi e prospettive differenti che tu come stagista puoi portare. Magari chiediti come uno studente può coinvolgere in azienda altri studenti per diventare o essere clienti dell’azienda in cui inizi la tua esperienza. Dal tuo punto di vista le cose sembreranno… diverse! Certo, devi essere allineato con il resto del team, tuttavia proponi sempre nuove idee nel fare ciò che devi fare.

 

2.Costruisci il tuo brand

I social network offrono una grande opportunità per costruire il tuo marchio personale. Non trascurare come il tuo profilo personale (sia esso su Facebook, LinkedIN o anche Slideshare) sono tracce di te che creano la tua identità online. Ed è la tua identità che parlerà di te prima di iniziare un nuovo lavoro. Parlando di lavoro, non trascurare LinkedIn, che è un ottimo modo per raccontare (e illustrare) ciò che stai facendo nel tuo stage. Usa il tuo profilo sia come curriculum e portfoglio con aggiunta di foto, video e magari presentazioni di SlideShare del tuo lavoro.Se poi il lavoro deve portare a una tesi, allora è solo questione di far vedere quello che già dovrai produrre per la scuola!

Per altro lo puoi arricchire anche con i tuoi impegni nel sociale (volontariato o associazioni) che mostrano meglio le tue esperienze e gli interessi; questo per altro ti assicura un possibile collegamento con il proprio manager, colleghi e altri tirocinanti costruendo una rete che andrà anche oltre il periodo di stage.

 

3. Impatta sull’azienda

Una delle cose che piace nel lavorare per start-up o piccole imprese è la capacità di avere un impatto sul futuro dell’azienda. Tuttavia, anche in grandi aziende, c’è spazio per creare una nicchia di attività intorno a un progetto specifico. Per esempio durante il mio stage, seppur in una grossa azienda USa nel mondo del fotovoltaico, il team a cui mi sono aggregato si occupava dello sviluppo del suncaddy. Cos’era? Mentre l’azienda sviluppava impianti per grosse superfici, io e il mio team si occupavano di un caddy da golf che si ricaricava al sole. Insomma, trova la tua nicchia, indipendentemente dalle dimensioni dell’azienda, assicurateti di aggiungere vero valore con progetti che siano di impatto. Vederli nascere e crescere sarà una soddisfazione enorme!

 

4. Adattati: ​​

Usa il tuo stage come un’opportunità per apprendere nuove competenze e mettere alla prova ciò che hai imporato durante gli studi. Lavorare su progetti “di nicchia” può essere un ottimo modo per sviluppare nuove capacità e di esplorare altri campi o ruoli all’interno dell’azienda. Se ti rendi conto che non ti piace quello che stai facendo o studiando, non avere paura di cambiare! E’ capitato anche a me, dallo stage in Design di prodotto a San Francisco di cui ti scrivevo prima. Ho capito che in realtà il design delle strategie era più indicato alle mie passioni. E anche pe questo sono stati 6 mesi fantastici che hanno cambiato (in parte) la mia prospettiva sul mondo del lavoro.

Usa il tuo stage come opportunità di acquisire le competenze necessarie per trovare un lavoro che si adatta ai tuoi interessi, competenze e obiettivi. Se cambiamento deve essere, sfrutta lo stage per capirlo!

 

5. Diventa un imprenditore “seriale”

Non posso sottolineare abbastanza quanto sia importante fare più stage possibili, che ti lascino diverse esperienze, prospettive e competenze. Personalmente ho fatto le fotocopie, riparato computer e reti, lavorato come amministrativo all’interno del Politecnico e parecchio altro che non starò ad elencarti.

L’esperienza mette alla prova la tua carriera, impari quello che ti piace o non ti piace in un ambiente di lavoro, ti fa fare esperienza al di fuori dell’ambiente protetto della scuola. Per questo è incredibilmente prezioso uno stage e ti consiglio di approfittare di questa opportunità, per quanto possibile. Non ci sono poi molte più possibilità di esplorare diverse carriere quando si è in un lavoro a tempo pieno, piccoli lavori o stage organizzati sono quindi l’occasione di fare esperienze per trovare la tua strada. Non è poco!

 

Gli imprenditori riconoscono opportunità e il valore di prendere rischi.

Pensare come un imprenditore durante lo stage ti aiuterà a goderti il tuo lavoro, l’impatto sull’azienda, e ti prepara per una carriera futura. Approfitta di tutto ciò che l’esperienza ha da offrire, e di continuare a essere un imprenditore!

Se vuoi saperne di più, contatta Gianni Vacca

p.s. ai miei colleghi consulenti lascio la ricerca su quante similutidini ci siano tra uno stage e iniziare un’attività da consulente. Il marketing non funziona, fatelo sapere a tutti quelli che conoscete!

Nessun commento
Condividi
Chi Sono
Ciao! Il mio nome è Gianni. Sono un progettista di Marketing e questo è il mio blog.
Iscriviti alla Newsletter


Consenso Privacy

This message is only visible to admins.

Problem displaying Facebook posts.
Click to show error

Error: Server configuration issue