CARICAMENTO

Seguimi

PERCHE’ GLI ITALIANI VANNO IN VACANZA?
10 Agosto 2011|EventiMarketing Trend

PERCHE’ GLI ITALIANI VANNO IN VACANZA?

Ho trovato molto interessante un articolo di Roberto Lavarini che approfondiva una ricerca condotta al BIT di Milano sulle “motivazioni dei viaggiatori”. La ricerca si è conclusa grazie allo IULM (e i suoi studenti!) e all’Ufficio del turismo Fiandre e devo dire  che hanno svolto un egregio lavoro.

Ho riassunto qui i punti salienti della ricerca proprio per dare spunto a  molti dei miei lettori che lavorano “nel settore” e  cercano di capire come trovare clienti nel settore del turismo. E per farlo, perché non partire proprio da quello che cercano loro, i clienti?

Ecco qui i dati. L’indagine ha coinvolto 1400 persone presenti alla fiera milanese. Partiamo proprio da queste persone, qui a fianco trovate un piccolo prospetto che fotografa l’indagine.

In generale si parla di giovani (per il 37% sotto i 25 anni e per il 36% con meno di 45), persone con una cultura superiore alla media (il 59% di loro dice di leggere oltre 3 libri l’anno).

Ma qui arriva la domanda più interessante: che cosa spinge un italiano ad andare in vacanza?

L’88% degli intervistati afferma che è la conoscenza e la comprensioni di posti nuovi. Al secondo posto, invece, c’è la ricerca del relax. E questi dati sono indipendenti dall’età degli intervistati!

Diverso per il divertimento, che sotto i 25 anni diventa importante per il 99%. Questo è interessante: se avete delle famiglie come cliente-tipo che cosa gli state proponendo nelle vostre pubblicità per fargli scegliere una vacanza da voi?

Nella tabella qui sotto puoi trovare tutta la classifica delle preferenze. E’ decisamente intrigante come risultato!

La parte successiva del sondaggio è legata al “che cosa conta davvero nella scelta della vacanza?”

La risposta, in questo caso, è ancora più evidente: il 93% degli intervistati afferma che prima di tutto è importante la bellezza della destinazione.

Ancora più del rapporto qualità/prezzo (al 79%). Seguono poi la diversità del luogo e i servizi abbinati al soggiorno. Per non parlare dell’economicità della proposta che rimane indietro ferma al 61% del gradimento (rispetto al 93% della bellezza dei luoghi!).

Anche in questo caso è da riflettere… non è che proponiamo nelle pubblicità solo il prezzo? E’ questo il solo modo di trovare clienti? Realmente?

Un dato interessante nella scelta è anche che meno di ¼ degli intervistati collega la scelta all’abilità del venditore. Questo è un dato interessantissimo per gli appassionati di marketing: l’azione promozionale è fondamentale davanti a un pubblico che arriva già “autonomo” nella scelta. Quando sono da voi, insomma, hanno già deciso, giocatevela con il marketing!

C’è un ultimo dato interessante per chi è appassionato di marketing. E non solo per loro. Nuovamente, è importante anche per chi è imprenditore nel settore del turismo.

A chi danno retta i clienti? Con tutti i canali di informazione che possiamo usare, come conquistare la fiducia del pubblico? Non pensate che oggi basti la fedeltà del cliente! La fiducia è la vera sfida!

In questo caso, c’è una conferma: il parere di amici e conoscenti è la vera fonte di decisione (per il 72%), associate alle esperienze dirette (il 68%).

Allo stesso tempo, la promozione “tradizionale” (cataloghi, brochure, ecc.) scende al 46%, e questo nonostante l’intervista si sia svolta nella fiera del turismo!

Allo stesso tempo salgono di importanza i siti e i portali del turismo, che non vengono visti con diffidenza, anzi! In questi casi, tuttavia, è importante sottolineare il “digital divide”: gli anziani sono meno interessati rispetto ai giovani (tenetelo a mente!)

Il dato che mi ha incuriosito di più è che i Social Media (Facebook e simili)  e i commenti che circolano sono ritenuti solo dal 49% affidabili. Quindi meno dei siti dell’hotel. Questo dato dovrebbe spingere molti operatori a considerare con attenzione il proprio sito. E’ un luogo di discussione o una vetrina statica?

Che considerazioni finali lasciare? Il turista italiano da questa ricerca emerge con un forte desiderio di autonomia, orientato a posti bellissimi e nuovi in cui vivere esperienze emozionanti.

E’ questo quello che offri e comunichi ai tuoi clienti?

Vuoi saperne di più? Contattami!

Nessun commento
Condividi
Chi Sono
Ciao! Il mio nome è Gianni. Sono un progettista di Marketing e questo è il mio blog.
Iscriviti alla Newsletter


Consenso Privacy

This message is only visible to admins.

Problem displaying Facebook posts.
Click to show error

Error: Server configuration issue