CARICAMENTO

Seguimi

PER LE PMI E’ MEGLIO USARE POCHI CANALI?
23 Maggio 2011|Casi pratici di MarketingMarketing TrendWeb Marketing

PER LE PMI E’ MEGLIO USARE POCHI CANALI?

Ho trovato un articolo interessante su Emarketer digital intelligence, e analizza su come eccedere nel numero di comunicazioni online basate su diversi supporto possa ridurne l’efficacia complessiva.

Trovare nuovi clienti è la grande sfida per le PMI, e basandosi su una ricerca della Bredin Business Information di febbraio 2011, per trovarli le aziende tendono a scegliere un’ampia gamma di canali online.

Le PMI (la ricerca è targata USA!) tendono a puntare molto sul sito internet (85,8%) , seguito dall’email marketing per i 3/4 degli intervistati. Notevole anche il fatto che in realtà ogni tipo di canale di marketing online risulta essere usato maggiormente confrontando il 2010 con il 2011.

Quindi è interessante notare come la PMI sperimentino quasi tutti i canali:

Allo stesso tempo, le PMI hanno aumentato le spese sull’online marketing e allo stesso tempo nel 2011 hanno inziato a lamentarsi della scarsa resa. Il sito, le email e la ricerca online sono decisamente quelle più richieste, ma allo stesso tempo sono le prime tra quelle su cui le aziende si dicono deluse.

Quello che si può dedurre è che la corsa incontrollata all’utilizzo di nuovi canali di comunicazione online ha fatto si che si “scatenassero” anche fornitori poco esperti che dopo un pò devono dimostrare la loro efficacia di gestione. E questo avviene sicuramente prima nel mercato di oggi rispetto ai canali che le PMI hanno usato in passato.

In aggiunta a questo, alcune PMI tendono a cercare di usare tutti questi canali senza la dovuta attenzione, e soprattutto senza la necessaria dedizione in tempo e risorse.

“Ci sono ancora molte cose da imparare per utilizzare con efficacia le azioni di marketing online” ha scritto Stu Richards, CEO of Bredin Business Information a Emarketer, “in molti casi le aziende hanno difficoltà ad affermarsi e quindi c’è un’opportunità per tanti di crescere“.

Un’eccezione arriva da chi utilizza software specifici per l’invio dei mailing, in quanto hanno modo di fornire report immediati di quello che accade nell’invio delle email e nella resa del sito internet.

Un’ultima nota: gli intervistati al sondaggio si dimostrano molto più ottimisti a riguardo molti canali, primi fra tutti quelli “social” con Facebook in testa.

Che conlusione a tutta questa analisi? E’ semplice: impara a conoscere questi strumenti e poi usali in modo oculato. Cioè? Usa quelli che sai misurare!

Vuoi saperne di più? contattami!

Nessun commento
Condividi
Chi Sono
Ciao! Il mio nome è Gianni. Sono un progettista di Marketing e questo è il mio blog.
Iscriviti alla Newsletter


Consenso Privacy

This message is only visible to admins.

Problem displaying Facebook posts.
Click to show error

Error: Server configuration issue